Casa del podestà

Nella vicina Lonato si trova invece la quattrocentesca Casa del Podestà, sede del comando cittadino sino alla fine della Serenissima Repubblica; i ricchi arredi sono tuttora collocati nella posizione voluta dagli antichi proprietari; in una vicina costruzione in stile neorinascimentale è ospitata la grande Biblioteca, con 52.000 titoli, incisioni, disegni e documenti sulla storia bresciana.

Dagli spalti alla Rocca visconteo-veneta si domina il lago di Garda; la Rocca rappresentava l’ultimo baluardo della Serenissima Repubblica di Venezia (XII secolo); oggi ospita il Civico Museo Ornitologico.
Verdi colline, olivi ed ippocastani costituivano il giardino naturale di vari possedimenti.
Quante scoperte si fanno vagabondando fra i paesi della zona.

Nascosto nel verde è il castello di Drugolo, ampia possessione di origine trecentesca, pazientemente ristrutturata e che si erge a poca distanza da Lonato; mille altri scorci, dimore nobiliari, strutture fortificate si celano nelle colline fra i boschi o nel fitto di alti arbusti.
L’influenza della Repubblica veneziana si avverte fortemente nella provincia di Brescia; costruita nella prima metà del ‘700 e di evidente impronta veneta e Palladiana è la Villa Mazzucchelli, a Mazzano.

Vi sono ospitati il Museo del Vino ed il Museo della Donna e del Bambino; nel primo sono conservati oggetti provenienti da vari paesi relativi alla viticoltura ed all'enologia, dal Cinquecento al Novecento; bottiglie in vetro e porcellana, bicchieri, tastevins, nonché rare incisioni e stampe.
Nel secondo sono esposti abbigliamenti da spose, lavorazioni femminili di carattere religioso, biancheria ed attrezzi del lavoro domestico.